Incentivi

Investimenti X edizione

Compilazione della domanda

A questo link è possibile avvalersi di un supporto per l’inserimento dei dati nel modello di istanza che semplifica il procedimento di compilazione e salvataggio nel corretto formato.
Una volta inserite tutte le informazioni richieste, il file “PDF editabile” sarà scaricabile e pronto per la firma elettronica ed il successivo invio tramite PEC insieme ai necessari allegati.

L’ausilio del suddetto strumento non sottrae il soggetto richiedente dalla verifica puntuale di quanto dichiarato nella domanda di ammissione e del rispetto delle direttive presenti nel DD n. 28 del 31 gennaio 2024 a cui si rimanda per i necessari approfondimenti.    

RAM Spa non fornisce alcuna garanzia in merito all’integrità ed all’esattezza delle informazioni presenti nell’istanza generata dallo strumento informatico fornito; è cura del soggetto richiedente verificare la corretta compilazione del documento.

Per ogni richiesta informativa è possibile inviare una email alla mailbox dell'help desk preposto incentivoinvestimenti@ramspa.it

Nella sezione "normativa" di questa pagina sono presenti la documentazione ed il modello di presentazione della domanda.

 

FAQ INVESTIMENTI edizione X

D.M. del 1/12/2023 n. 317 (G.U. n.14 del 18/01/2024)

D.D. del 31/01/2024 n. 28

  • Chi può presentare la domanda?
  • Per quali investimenti è possibile partecipare?
  • Quali sono le modalità di partecipazione al bando?
  • Come e quando presentare l’istanza?
  • Dove trovo il modello di istanza?
  • Quali sono i documenti da inviare insieme al modello di istanza?
  • Cosa significano le graduatorie?
  • Quando saranno comunicate le credenziali per l'accesso al portale?
  • Quali documenti bisogna caricare sul portale RAM ai fini della rendicontazione?
  • Come viene svolta l'istruttoria?
  • Quando rendicontare?
  • Cosa si intende per contratto di acquisto?
  • Come richiedere informazioni?
  • Quali sono i tempi per l'erogazione del contributo?
  • Come viene calcolato il contributo per l'acquisto di rimorchi e semirimorchi (cat. C)?
  • Cos'è la dichiarazione ULA e quella di ampliamento dello stabilimento?
  • Cosa si intende per "contratto di rete"?
  • Compatibilità con altri incentivi (cumulo)?
  • Come richiedere l'annullamento di una istanza?
  • Ho chiuso la rendicontazione ma dovrei aggiungere della documentazione, come fare?
  • Qual è l'importo del contributo per il veicolo acquistato?

 

Chi può presentare la domanda?

Le risorse di cui al presente decreto sono destinate ad incentivi a favore delle iniziative d’investimento delle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi attive sul territorio italiano, attualmente iscritte al Registro Elettronico Nazionale (R.E.N.), e all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi, la cui attività prevalente sia quella di autotrasporto di cose, che intendano procedere con il processo di adeguamento del parco veicolare in senso maggiormente eco sostenibile, valorizzando l’eliminazione dal mercato dei veicoli più obsoleti.

 

Per quali investimenti è possibile partecipare?

Le tipologie di investimento ammissibili sono state suddivise in tre classi:

Gruppo A)

Acquisizione di automezzi commerciali nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG, ibrida (diesel/elettrico) e elettrica (full electric), nonché per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli per il trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione elettrica. La contestuale rottamazione di un veicolo obsoleto determina una maggiorazione del contributo.

Gruppo B)

Radiazione per rottamazione di automezzi commerciali di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate, con contestuale acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di automezzi commerciali nuovi di fabbrica, conformi alla normativa Euro VI step E, nonché Euro 6 E con contestuale rottamazione di veicoli della medesima tipologia.

Gruppo C)

Acquisizione di rimorchi e semirimorchi nuovi di fabbrica:

- per il trasporto combinato ferroviario a norma UIC 596-5;

- per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave a norma IMO, dotati di dispositivi innovativi per maggiori standard di sicurezza ed efficienza energetica. La contestuale rottamazione di un rimorchio o semirimorchio determina una maggiorazione del contributo;

- per acquisizione di rimorchi e semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli superiori a 7 t. per trasporti ATP rispondenti a criteri avanzati di risparmio energetico e rispetto ambientale. La contestuale rottamazione di un rimorchio o semirimorchio determina una maggiorazione del contributo;

 

Quali sono le modalità di partecipazione al bando?

La partecipazione al bando si articola in due fasi:

1) Presentazione istanza: finalizzata alla prenotazione dell’incentivo eventualmente spettante sulla sola base del contratto di acquisizione del bene oggetto dell’investimento;

2) Rendicontazione: le imprese istanti dovranno fornire analitica rendicontazione dei costi sostenuti per l’investimento nonché di tutta la documentazione richiesta dal D.M. 317/2023.

  

Come e quando presentare l’istanza?

La domanda dovrà essere presentata esclusivamente all’indirizzo Pec ram.investimenti2024@legalmail.it tra le ore 10:00 del 04/03/2024 e le ore 16:00 del 22/03/2024.

Si potrà presentare una sola domanda contenente tutti gli investimenti anche per più mezzi di diversa tipologia. Nel caso vengano presentate più domande verrà presa in considerazione solamente quella inoltrata per prima.

 

Dove trovo il modello di istanza?

A questo link è possibile avvalersi di un supporto per l’inserimento dei dati nel modello di istanza che semplifica il procedimento di compilazione e salvataggio nel corretto formato.
Una volta inserite tutte le informazioni richieste, il file “PDF editabile” sarà scaricabile e pronto per la firma elettronica ed il successivo invio tramite PEC insieme ai necessari allegati.

Il modello di istanza in pdf editabile, da compilare autonomamente, è reperibile al link che segue, deve essere compilato in maniera informatizzata, salvato e firmato solo digitalmente, da parte del legale rappresentante o dal procuratore, prima di procedere all’invio tramite PEC dell’impresa richiedente: 

Documento

MODELLO istanza investimenti X

 Quali sono i documenti da inviare insieme al modello di istanza?

Insieme alla domanda di partecipazione occorre allegare:

- Documento di riconoscimento del rappresentante legale o procuratore dell’impresa;

- Copia del/i contratto/i di acquisizione (o preventivo di spesa, conferma d’ordine o altro atto vincolante tra l’impresa e il venditore) del/i bene/i oggetto di investimento, sottoscritto da entrambe le parti, in data successiva a quella dell’entrata in vigore D.M. del 1/12/2023 n. 317 (ovvero a far data dal19/01/2024), e debitamente sottoscritto dalle parti. Il contratto dovrà essere firmato con firma digitale dal legale rappresentante o dal procuratore dell’impresa e contenere, nel caso di acquisto di rimorchi o semirimorchi, l’indicazione del costo di acquisizione dei dispositivi innovativi di cui all’allegato 1 del D.M. 317/2023.

ATTENZIONE si prega di verificare le seguenti raccomandazioni:

- l’istanza deve essere compilata con il modello pdf predisposto e firmata digitalmente;

- non allegare anche il modello di istanza non firmato digitalmente ma solo quello con la firma digitale apposta;

- non allegare file nel formato .zip o nel formato .eml;

- non rinominare il file della domanda;

- allegare solamente i documenti richiesti per la presentazione della domanda; I documenti relativi alla prova dell’avvenuto investimento verranno richiesti nella fase di rendicontazione.

  

Cosa significano le graduatorie?

L’impresa che ha correttamente presentato domanda viene inserita in una graduatoria, pubblicata sul sito ramspa.it, che rispetta e rispecchia l’ordine di invio delle pec. Nella colonna denominata “tipologia di investimento”, viene indicata la categoria per la quale si è richiesto l’incentivo. Se la categoria è evidenziata in verde significa che ci sono fondi necessari al finanziamento dei beni; quando la categoria è di colore giallo significa che la copertura è parziale; quando la categoria è in rosso significa che non vi è copertura finanziaria dell’incentivo richiesto. La presenza in graduatoria indica esclusivamente che l’impresa dovrà poi rendicontare l’investimento effettuato: il colore verde non determina un’ammissibilità al finanziamento, così come il rosso non designa l’esclusione; l’ammissibilità e l’inammissibilità al finanziamento vengono decretate solo a seguito di istruttoria e non sulla base delle graduatorie.

 

Quando saranno comunicate le credenziali per l'accesso al portale?

Le credenziali per l’accesso al portale RAM, saranno inviate prima dell’inizio della fase di rendicontazione. Non è prevista la loro scadenza o sostituzione a meno di un nuovo invio dovuto ai nostri protocolli di sicurezza. Un eventuale nuovo invio avverrà sempre tramite pec all’indirizzo aziendale. Si ricorda che le credenziali sono valide solo per l’incentivo in oggetto e non per tutte le altre eventuali domande presentate.

 

Quali documenti bisogna caricare sul portale RAM ai fini della rendicontazione?

La documentazione richiesta varia a seconda della categoria per cui si presenta domanda.

 

CAT. A

documento di immatricolazione

 

contratto di acquisto o contratto di leasing

 

in caso di leasing : fatture fino al momento della rendicontazione; quietanze fino al momento della rendicontazione.

In caso di acquisto: fattura emessa del venditore e relativa quietanza

 

dichiarazione del costruttore circa l’alimentazione del mezzo

 

verbale di consegna del mezzo (nel caso di leasing)

 

FACOLTATIVI IN CASO DI ROTTAMAZIONE

 

documento immatricolazione mezzo di classe inferiore ad Euro VI step E o Euro 6 E certificato di rottamazione

 

 

CAT.B

documento di immatricolazione

 

contratto di acquisto o contratto di leasing

 

in caso di leasing: fatture fino al momento della rendicontazione; quietanze fino al momento della rendicontazione.

In caso di acquisto: fattura emessa del venditore e relativa quietanza

 

verbale di consegna del mezzo (nel caso di leasing) 

 

documento immatricolazione veicolo rottamato Diesel

fino ad Euro VI step e o Euro 6 E; certificato di rottamazione

 

 

CAT.C

documento di immatricolazione

 

contratto di acquisto o contratto di leasing

 

in caso di leasing: fatture fino al momento della rendicontazione; quietanze fino al momento della rendicontazione.

In caso di acquisto: fattura emessa del venditore e relativa quietanza

 

verbale di consegna del mezzo (nel caso di leasing)

 

dichiarazione del costruttore requisiti UIC-IMO o ATP STAGE V

 

dichiarazione del costruttore dispositivi innovativi (solo per UIC-IMO)

 

FACOLTATIVI IN CASO DI ROTTAMAZIONE

 

documento immatricolazione vecchio semirimorchio;
certificato di rottamazione

 

Come viene svolta l'istruttoria?

RAM è competente per il controllo documentale delle istanze presentate; tutti gli atti successivi alla fase istruttoria sono demandati al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, titolare del procedimento

 

Quando rendicontare?

E’ possibile rendicontare dalle ore 10:00 del 08/04/2024 alle ore 16:00 del 31/10/2024.

Cosa si intende per contratto di acquisto?

Per contratto di acquisto si intende un atto negoziale avente valore giuridico che produce effetti vincolanti per le parti. Vanno inclusi in tale categoria le proposte di acquisto, gli ordini di acquisto, i preventivi vincolanti, contratti di fornitura/appalto, le proposte irrevocabili d’acquisto ovvero quegli atti che possono tradursi in preliminari di acquisto ed anticipare gli effetti obbligatori della vendita del bene, stipulato tra il legale rappresentante della società e un venditore a far data dal 19/01/2024.

 

Come richiedere informazioni?

Per fornire assistenza alle imprese partecipanti all’incentivo è attivo il servizio helpdesk all’indirizzo incentivoinvestimenti@ramspa.it Il servizio è rivolto alla risoluzione di problematiche inerenti le istanze e non a fornire informazioni circa lo stato di avanzamento e lavorazione delle domande. Pertanto, ogni comunicazione formale, relativa all’ammissibilità o meno delle istanze, avverrà tramite pec inviata all’indirizzo con cui l’impresa ha inviato la domanda.

 

Quali sono i tempi per l'erogazione del contributo?

I tempi di erogazione dell’incentivo non dipendono dalla RAM in quanto essa gestisce solo la fase istruttoria del procedimento; ogni altro atto è demandato ai competenti uffici del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

 

Come viene calcolato il contributo per l'acquisto di rimorchi e semirimorchi (cat. C)?

Il contributo per i mezzi di cui alla Cat C è stabilito nel 20% del prezzo di acquisto iva esclusa se la richiesta viene da Piccola Impresa; nel 10 % se la richiesta viene da Media impresa.

 

Cos'è la dichiarazione ULA e quella di ampliamento dello stabilimento?

Per ULA si intende una dichiarazione redatta e sottoscritta dal legale rappresentate della società, secondo le forme previste dal D.P.R. 455/2000, in cui siano indicati il numero dei dipendenti e il fatturato relativo all’anno 2023; di seguito in fac-simile: 

 

Per dichiarazione di ampliamento si intende una dichiarazione redata e sottoscritta dal legale rappresentante della società, secondo le forme previste dal D.P.R. 455/2000, in cui si faccia presente che l’acquisto del veicolo di Cat C oggetto di investimento è stato effettuato per differenziare l’offerta alla clientela, aumentare il proprio volume di affari. Non deve intendersi come un ampliamento dei locali aziendali ma della capacità aziendale di far fronte a nuove richieste.

Cosa si intende per "contratto di rete"?

Il contratto di rete è quel documento disciplinato dal decreto Legge 10 febbraio 2009 n.5 convertito con modifiche in legge 9 aprile 2009 n. 33. Con il contratto di rete più imprenditori si associano per raggiungere un obiettivo comune, attivare una collaborazione attinente il campo di azione delle proprie imprese, fino allo svolgimento di attività in comune. Il contratto di rete va poi iscritto nel Registro delle imprese cui è iscritto ogni aderente.

 

Compatibilità con altri incentivi (cumulo)?

Gli incentivi di cui al D.M. 317/2023 non sono compatibili con altre misure quali la legge Sabatini; dunque, il riconoscimento di un incentivo esclude l’altro.

 

Come richiedere l'annullamento di una istanza?

Nel caso in cui la società richiedente volesse annullare la propria domanda può inviare una pec all’indirizzo ram.investimenti2024@legalmail.it; nell’oggetto deve essere riportata la dicitura “richiesta annullamento istanza IN …/2024”; la richiesta deve essere redatta dal legale rappresentate di cui occorre allegare copia del documento di validità alla Pec stessa. L’impresa potrà annullare l’istanza presentata, entro i termini di chiusura della rendicontazione.

 

Ho chiuso la rendicontazione ma dovrei aggiungere della documentazione, come fare?

Nel caso in cui la società richiedente volesse riaprire la rendicontazione può inviare una pec all’indirizzo ram.investimenti2024@legalmail.it; nell’oggetto deve essere riportata la dicitura “richiesta riapertura istanza IN …/2024”; la richiesta deve essere redatta dal legale rappresentante di cui occorre allegare copia del documento di validità alla pec stessa. Dopo la riapertura, che si svolgerà nel minor tempo possibile, non verrà data comunque comunicazione ma sarà cura dell’impresa entrare nella propria area riservata accedendo con le credenziali fornite.

Qual è l'importo del contributo per il veicolo acquistato?

Cat. A ex art. 5, commi 1 e 2 D.M. 317/2023

 

Alimentatione

 

Massa complessiva

Contributo spettante per ciascun veicolo acquistato

Eventuale maggiorazione per veicolo rottamato

 

CNG

 

da 3,5 t a 7 t.

 

4.000,00 euro

 

1.000,00 euro

oltre 7 t e fino a 16 t.

 

9.000,00 euro

 

1.000,00 euro

oltre 16 t.

 

24.000,00 euro

 

1.000,00 euro

LNG

 

oltre 7 t e fino a 16 t.

 

9.000,00 euro

 

1.000,00 euro

da 16 t.

 

24.000,00 euro

 

1.000,00 euro

 

IBRIDA

(diesel/elettrico)

 

da 3,5 a 7 t.

 

4.000,00 euro

 

1.000,00 euro

oltre 7 t e fino a 16 t.

 

9.000,00 euro

 

1.000,00 euro

oltre 16 t.

 

24.000,00 euro

 

1.000,00 euro

 

ELETTRICA

 

da 3,5 a 7 t.

 

14.000,00 euro

 

1.000,00 euro

oltre 7 t.

 

24.000,00 euro

 

1.000,00 euro

DISPOSITIVI PER LA RICONVERSIONE A TRAZIONE ELETTRICA

 

 

fino a 3,5 t.

 

 

2.000,00 euro

 

 

Cat. B ex art. 5, comma 3 D.M. 317/2023

 

Tipo veicolo

Contributo spettante per ciascun veicolo

rottamato e contestuale acquisizione veicolo nuovo di fabbrica

Veicoli Euro 6 step E di massa oltre 7 e fino a 16 t.

7.000,00 euro

Veicoli Euro 6 step E di massa superiore a 16 t.

15.000,00 euro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cat. B ex art. 5, comma 4 D.M. 317/2023

 

Tipo veicolo

Contributo spettante per ciascun veicolo rottamato e contestuale acquisizione veicolo nuovo di fabbrica

Veicoli euro VI step E ed euro 6 E di massa da 3,5 t. e fino a 7 t.

3.000,00 euro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cat. C ex art. 5, comma 5 D.M. 317/2023

Rimorchi o semirimorchi UIC e IMO ciascuno dotato di almeno uno dei dispositivi innovativi di cui all’allegato 1 del D.M.317/2023

Contributo massimo spettante

Senza rottamazione:

 

3.000,00 euro

5.000,00 euro se P.M.I*.

 

Con rottamazione:

 

5.000,00 euro

7.000,00 euro se P.M.I.

 

 

*In caso di piccola impresa il contributo è determinato nel limite del 20% dei costi di acquisto del mezzo IVA esclusa    fino ad un massimo di 5.000 euro.

In caso di media impresa il contributo è determinato nel limite del 10% dei costi di acquisto del mezzo IVA esclusa fino ad un massimo di 5.000 euro.

In caso di grande impresa il contributo è stabilito in euro 3.000 a veicolo.

 

Cat.C ex art. 5, comma 5 D.M. 317/2023

Rimorchi, semirimorchi ed equipaggiamenti, delle unità frigorifere/calorifere installate per veicoli superiori a 7 t.

Contributo massimo spettante

Senza rottamazione:

 

3.000,00 euro

5.000,00 euro se P.M.I.*

 

Con rottamazione:

 

5.000,00 euro

7.000,00 euro se P.M.I.

 

Sostituzione equipaggiamenti, delle unità frigorifere/calorifere installate    per rimorchi/semirimorchi superiori        a 7 t.

Contributo massimo spettante

 

                3.000,00 euro

                5.000,00 euro se P.M.I. *

 

 

*In caso di piccola impresa il contributo è determinato nel limite del 20% dei costi di acquisto del mezzo IVA esclusa fino ad un massimo di 5.000 euro.

In caso di media impresa il contributo è determinato nel limite del 10% dei costi di acquisto del mezzo IVA esclusa fino ad un massimo di 5.000 euro.

In caso di grande impresa il contributo è stabilito in euro 3.000 a veicolo.

 

 

Incentivi

Incentivo investimenti X edizione.

È stato pubblicato nella GU n. 33 del 9 febbraio 2024 il  D.D. n. 28 del 31 gennaio 2024 contenente le modalità operative del D.M. n. 317 del 1 dicembre 2023 (incentivo investimenti X edizione). A partire dal 22 febbraio p.v. sarà possibile scaricare tramite questo sito,  il modello della presentazione della domanda per tale edizione, reperibile nella Sezione dedicata all'incentivo Investimenti X edizione | RAM (ramspa.it)

Incentivi

Sea Modal Shift - altre rotte

Con Decreto Direttoriale n. 01 del 12 gennaio 2024 , sono state individuate ulteriori rotte da considerarsi aggiuntive rispetto a quelle già indicate nell'Allegato A del Regolamento sopra indicato. Accanto ad ogni rotta aggiuntiva individuata e riportata nel suddetto Decreto Direttoriale è riportato il corrispondente tratto chilometrico stradale evitato.

Incentivi

Sea Modal Shift - webinar sulle modalità di presentazione della domanda

Sea Modal Shift - Il nuovo programma di incentivi erogato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, finalizzato a migliorare ed ottimizzare la catena intermodale

alle ore 15 del 7 dicembre 2023, si potrà accedere al webinar dove verranno illustrate le modalità di presentazione della domanda di ammissione all'incentivo.

 

Sea Modal Shift

Il nuovo programma di incentivi, denominato “Sea Modal Shift”, è un incentivo erogato dal MIT, previa autorizzazione comunitaria in materia di Aiuti di Stato, finalizzato a migliorare ed ottimizzare la catena intermodale.

I soggetti beneficiari sono singole imprese di autotrasporto conto terzi, costituite anche in forma di raggruppamenti, temporanei o permanenti, che imbarchino su navi RO-RO e RO-PAX veicoli e/o cassemobili, accompagnati o meno dai relativi autisti.

Sono incentivati tutti gli itinerari marittimi indicati nel Regolamento n. 166/2023, oltre alle rotte che saranno evidenziate da parte delle imprese richiedenti il contributo all’atto della domanda.

L’incentivo riconosciuto ai singoli beneficiari prevede un contributo massimo erogabile pari a 30 centesimi di euro per ciascuna unità veicolo imbarcata, moltiplicati per i chilometri via strada evitati sulla rete stradale nazionale.

L’obiettivo della misura è decongestionare la rete viaria e ridurre l’impatto del trasporto di merci su gomma, mediante maggior utilizzo di servizi marittimi Ro-Ro e Ro-Pax in arrivo o in partenza da porti italiani verso porti situati in Italia o negli Stati membri dell'Unione europea o dello Spazio economico europeo. Tale contribuzione è finalizzata, tramite il sostegno alla domanda di servizi marittimi, allo sviluppo in termini qualitativi e quantitativi dei servizi.

PER ACCEDERE ALLA PIATTAFORMA INFORMATICA CLICCA QUI: 

Sea Modal Shift

La piattaforma per l’inserimento delle domande sarà attiva dalle ore 12 del giorno 6 dicembre 2023 alle ore 12 del giorno 15 dicembre 2023. Contestualmente sarà attivo un servizio di help-desk telefonico raggiungibile esclusivamente al numero +39 06 44 12 2175 nelle seguenti fasce orarie:

  • 6 dicembre dalle ore 12 alle ore 18;
  • 7-11-12-13-14 dicembre dalle ore 9 alle ore 18;
  • 15 dicembre dalle ore 9 alle ore 12.

Il giorno 7 dicembre 2023, alle ore 15, sarà disponibile un link per accedere al webinar dedicato alla presentazione della piattaforma.

Registrazione del webinar del 7 dicembre 2023

La disciplina di riferimento è contenuta nel Decreto interministeriale 11 ottobre 2023, n. 166 "Sea Modal Shift" – il quale entra in vigore il giorno 6 dicembre 2023

La prima annualità della misura è attuata con Decreto Direttoriale n. 42 del 6 dicembre 2023 ed incentiva gli imbarchi effettuati tra il giorno 6 dicembre 2023 e il giorno 5 dicembre 2024.

La presentazione delle domande può essere effettuata unicamente tramite procedura informatica dalle ore 12 del giorno 6 dicembre 2023 alle ore 12 del giorno 15 dicembre 2023.

PER ACCEDERE ALLA PIATTAFORMA INFORMATICA CLICCA QUI: 

Sea Modal Shift

Incentivi

Sea Modal Shift: il nuovo programma di incentivi nel settore dei trasporti marittimi

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 21 novembre 2023 il Regolamento “Sea Modal Shift” che disciplina le modalità di ripartizione e di erogazione dei contributi per incentivare la percorrenza di tratte marittime a corto raggio individuate con decreto dal MIT.

Le somme disponibili ammontano a 39 milioni di euro per l’anno 2022 e 21,5 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026. La gestione dell’incentivo sarà a carico di RAM Spa Logistica, Infrastrutture e Trasporti che opererà per conto del MIT.